Come funziona l’impianto frenante di una moto?

Il suo ruolo è quello di ridurre o annullare il lavoro prodotto dal motore. Quando inizia a lavorare, trasforma l’energia cinetica del veicolo in calore. Il sistema frenante è composto da quattro elementi distinti: la leva o pedale, il tubo, il freno e la parte mobile.

I due tipi di freni

Ci sono due tipi di freni: il freno a tamburo e il freno a disco. Il freno a disco sembra essere il più diffuso nel mondo delle moto. Il freno a tamburo è ancora usato principalmente per la ruota posteriore, per esempio sulla Kawasaki ER5. I sistemi che azionano i freni possono essere molteplici. Ci sono sistemi di collegamento, chiamati controllo dei cavi, o di pressurizzazione dei fluidi, chiamati controllo idraulico. Il controllo idraulico è il più diffuso nel mondo delle moto. Questo sistema è un circuito chiuso. Il volume del liquido dei freni contenuto nel circuito è sempre lo stesso. La pressione del liquido dei freni è regolata dal cilindro maestro ed è portata alla ruota attraverso i tubi.

Il funzionamento del freno a tamburo

Nel freno a tamburo, il sistema frenante è completamente chiuso. All’interno del tamburo, c’è la flangia porta ganasce. Questo dipende dalla rotazione della ruota. Durante la frenata, il gioco dell’asta fa girare la camma che preme su una delle ganasce che si articola intorno al perno per premere sulla pista frenante. Quando la leva del freno viene rilasciata, le molle riportano la ganascia nella sua posizione iniziale. Il pilota aziona la leva o il pedale del freno. La sua azione crea un “perno” inclinando il comando della camma. La camma allontana le scarpe. Le scarpe entrano quindi in contatto con la pista del tamburo. Un freno a tamburo è efficace solo a circa 100 km/h (62 mph).

Come funziona il freno a disco

Il freno a disco è il più rappresentato nel mondo delle moto. Ci sono stati freni a disco controllati da cavi, ma questo sistema è stato ampiamente sostituito dal controllo idraulico. Durante la frenata, il liquido dei freni è pressurizzato dal cilindro maestro. Questa pressione è condotta attraverso il tubo alla pinza, che contiene uno o più pistoni che poi spingono le pastiglie contro il disco, che dipende dalla ruota.